[t4b-ticker]

Lo zinco viaggia in un trend orientato al ribasso oramai dal febbraio 2018 con un tracollo aggiuntivo registrato proprio con il protrarsi della pandemia dovuta al covid-19. La flessione quindi sviluppata dai massimi del febbraio 2018 (3600$) ha raggiunto ad inizio marzo quota 1750$, in avvicinamento della tendenza rialzista valida dai minimi del 2008, con un crollo quindi di circa 51%.

Cosa dicono i dati statistici riferiti al passato?

Analizzando la stagionalità (grafico 1.) con dati disponibili dal 1988, è possibile osservare come nel mese di maggio, statisticamente i prezzi si siano mossi in una tendenza ribassista, con reazioni nei primi giorni del mese (prima settimana) per poi lascerà spazio a decisi affondi nelle settimane successive.

Grafico 1.

Osservando più nel dettaglio (grafico 2.) i prezzi, nel 50% dei casi rilevati, statisticamente tendono a formare i massimi nella prima settimana di contrattazioni (High), percentuale ben superiore rispetto al 20% (seconda settimana), 17% (terza settimana), 13% (quarta settimana).

Grafico 2.

Per quanto riguarda invece i minimi, nel 33% dei casi vengono formati nell’ultima settimana del mese di maggio rispetto al 27% (prima settimana), 13% (seconda settimana), 27% (terza settimana).

Quali target per il mese di maggio

Tenendo conto che la volatilità mensile storica nel mese di maggio (grafico 3.) ha oscillato dal massimo di quasi il 20% (2006) al minimo del 2,64% (1992) con una media mensile storica a quota 6,60%, i prezzi dello zinco potranno oscillare in un range di prezzo tra area 2050$ e 1820$ (grafico 4.)

Grafico 3.

Grafico 4.

Con prezzi, dati storici, grafici, analisi di esperti del settore scopri come FastDataMarket può supportare il tuo business.

Richiedi, senza impegno, la Prova Gratuita per 3 settimane.

PROVA GRATUITA