[t4b-ticker]

I numeri del contagio in Italia salgono ancora: in tutto, dall’inizio dell’epidemia 41.035 persone hanno contratto il virus Sars-CoV-2 e le vittime sono 3.405, 427 in più rispetto al giorno prima. E il premier Conte anticipa la proroga del blocco totale e della chiusura delle scuole. Intanto, il governo valuta di vietare lo sport all’aperto e ridurre l’orario di apertura dei negozi.

Sul fronte internazionale, per la prima volta dall’epidemia la Cina non ha registrato alcun caso di contagio «domestico» e a Wuhan viene allentata la quarantena. Il numero di casi confermati di Covid-19 in tutto il mondo ha superato quota 200.000.

La Lombardia resta la regione italia più colpita dall’epidemia. Di seguito riportiamo i dati aggiornati a giovedì 19 marzo, con le tabelle mostrano un incremento dei “nuovi positivi” e dei “totali ospedalizzati”.

COVID-19 – AREA ITALIA

COVID-19 – LOMBARDIA

COVID-19 – GRAFICO ITALIA

COVID-19 – GRAFICO LOMBARDIA

COVID-19: Stime sul Pil Italia
L’impatto dell’epidemia di coroavirus nel nostro Paese rischia di essere pesantissimo per la nostra economia. Le ultime stime arrivano da Ref Ricerche che ha sensibilmente rivisto al ribasso la stima di contrazione del Pil italiano nel primo semestre a -8 per cento (dal -1/-3% indicato in precedenza)
La caduta riguarda con questa intensità solamente l’ultima parte del primo trimestre, che potrebbe chiudere con un decremento del 3 per cento sul quarto 2019, e manifestarsi pienamente nel secondo, quando la caduta sarebbe di un altro 5 per cento sul primo trimestre”. Un rimbalzo è possibile, secondo il Ref, a partire dal terzo trimestre.

COVID-19: Il piano tedesco
Il governo tedesco sarebbe al lavoro per creare un fondo di sostegno per le aziende in difficoltà di circa 500 miliardi di euro. Lo riporta Der Spiegel, precisando che il piano fornirebbe non solo capitali diretti ma anche garanzie alle attività impattate dalla crisi del coronavirus. Il progetto riprenderebbe il modello del Fondo speciale per la stabilizzazione del mercato, creato dalla Germania per venire in aiuto delle banche nella crisi finanziaria del 2008.

PIL Usa: Maxi downgrade di Goldman Sachs
Gli esperti hanno tagliato l’outlook sulla crescita del prodotto interno lordo con un maxi downgrade, dalla flessione pari a -5% precedentemente prevista a un crollo -24%.
Gli analisti di Goldman Sachs hanno motivato il nuovo outlook con il fatto che i dati economici degli Stati Uniti (in modo particolare quelli del settore manifatturiero) stanno già deludendo le stime.
E il problema è che si tratta di dati che si riferiscono al periodo in cui gli americani non si erano ancora rinchiusi in casa per frenare il diffondersi del coronavirus. Cinque giorni fa appena gli analisti di Goldman Sachs avevano tagliato le stime sul Pil Usa. Così nella nota:

“Il timore del virus porta i consumatori a continuare a tagliare le spese per i viaggi, l’intrattenimento e i ristoranti. Le interruzioni nelle catene di approvigionamento che stanno emergendo e il recente irrigidimento delle condizioni finanziarie assesteranno un altro colpo alla crescita. (..) Prevediamo una crescita del Pil su base reale dello zero per cento nel primo trimestre (dal +0,7% stimato in precedenza), una contrazione del 5% nel secondo trimestre (dallo zero), una espansione del 3% nel terzo trimestre (dal +1% precedente) e del 4% nel quarto trimestre” con ulteriori forti rialzi (del Pil) a inizio 2021. Questo porta a rivedere al ribasso le nostre previsioni per il Pil del 2020 dal +1,2% precedente al +0,4%”…

Per leggere l’articolo completo… richiedi, senza impegno, la Prova Gratuita per 3 settimane.

PROVA GRATUITA