Teck Resources ha annunciato giovedì l’obiettivo di ridurre l’intensità di carbonio del 33% entro il 2030 come parte della sua nuova strategia di sostenibilità.

Questo si basa sull’impegno precedentemente annunciato di essere neutrale dal punto di vista delle emissioni di carbonio in tutte le sue operazioni e attività entro il 2050, ha detto Teck.

La mossa arriva poche settimane dopo che Teck ha abbandonato i piani per la costruzione della miniera di petroliere di Frontier da 20,6 miliardi di dollari (15,7 miliardi di dollari), solo pochi giorni prima che il governo canadese prendesse una decisione sul progetto da 260.000 barili al giorno nel nord dell’Alberta. Il più grande minatore diversificato del Canada avrà una svalutazione di 1,13 miliardi di dollari canadesi (852,12 milioni di dollari) sul progetto.

“Ci impegniamo sempre a migliorare le prestazioni di sostenibilità, in modo da poter essere sicuri di fornire i prodotti minerari necessari per un futuro più pulito nel modo più responsabile possibile”, ha detto l’amministratore delegato Don Lindsay nel comunicato stampa.

“Abbiamo fissato nuovi ambiziosi obiettivi per la riduzione delle emissioni di carbonio, la gestione delle risorse idriche, la salute e la sicurezza e altri settori, perché crediamo che un mondo migliore sia reso possibile da un’attività mineraria migliore”.